Zebrasoma Flavescens

80,00 €
Tasse incluse
Quantità
Ultimi articoli in magazzino

account_circleInvia ad un amico
Zebrasoma Flavescens

Zebrasoma Flavescens

accetto politica sulla riservatezza regole  

 

Pagamenti sicuri al 100%

 

Spedizioni rapide

 

Assistenza post-vendita

Nome comune
Pesce chirurgo giallo
Dimensione
Massima in natura 22 cm
In acquario 8 / 14 cm
Perciforme appartenente alla famiglia degli Acanthuridae; proviene dall'Oceano Pacifico centro-occidentale: Giappone, Taiwan, Filippine, Nuova Guinea, Nuova Caledonia, Isole Vanuatu, Isole Fiji, Isole Samoa, Isole Hawaii.
Pesce di medie dimensione, robusto, adatto alla convivenza con pesci di barriera di altre razze e con altri Acanturidi purché di colore e forma differenti; adatto alle vasche con invertebrati.
Presenta un corpo quasi perfettamente rotondo e molto compresso lateralmente sui fianchi; la bocca è piccola, prominente, situata nella parte inferiore della testa che la particolare forma allungata e leggermente concava di una testa di cavallo, è dotata di labbra carnose e denti a scalpello; il peduncolo caudale è sottile e ben distinto.
La pinna dorsale, sostenuta da 5 spine rigide e da 23 / 26 raggi molli, e quella anale, sostenuta a sua volta da 3 spine rigide e da 19 / 22 raggi molli, sono simmetriche, molto sviluppate in altezza e terminano ciascuna con un piccolo lobo posteriore che tende a sovrapporsi al peduncolo caudale; le pinne pettorali, ben sviluppate, hanno una forma triangolare con il margine obliquo; poco evidenti le pinne ventrali, lunghe e sottili; la pinna caudale ha una forma trapezoidale, larga e con il margine dritto o appena convesso; sul peduncolo caudale è poco evidenziato lo scudetto che protegge la spina taagliente rivolta verso l'avanti, tipica degli Acanturidi.
La livrea è molto colorata ed appariscente; tutto il corpo è di un color giallo canarino; sul fianco vi è una leggera banda longitudinale, di un giallo leggermente più carico; lo scudetto che protegge la spina tagliente è evidenziato in bianco.
Pesce molto difficile da ambientare perchè molto pauroso, è preferibile acquistare esemplari già perfettamente acclimatati da un esperto; una volta ben ambientato è onnivoro e vorace, predilige mangime secco in granuli o in fiocchi e mangime surgelato, artemie saline, chironomus, mysis, ma anche le apposite foglie di alghe liofilizzate, foglie di lattuga, spinaci bolliti, rotelle di zucchina e di banana; dotato di un metabolismo molto veloce deve mangiare molte volte al giorno altrimenti tende a dimagrire.
Necessita di una vasca grande, in quanto nuota molto volentieri nel centro dell'acquario, ma anche di rifugi e nascondigli; l'acqua, preparata con sali marini sintetici di ottima qualità, deve essere ben filtrata ed aereata; preferisce che ci sia all'interno dell'acquario un forte flusso d'acqua, meglio se alternato ed intermittente, ottenuto con l'uso delle apposite pompe di movimento.
Resistente alle malattie soffre per i valori eccessivi di nitrati e fosfati e per il PH basso, sono pertanto consigliabili cambi parziali preceduti da un'accurata sifonatura del fondo, trattamenti regolari con ozono ed aggiunte settimanali di oligoelementi, bioelementi e vitamine.
Adatto agli acquari di barriera, anche con invertebrati a piccoli polipi come la Acropora kimbeensis o la Heliopora coerulea, ed agli acquari di comunità con pesci tranquilli e pacifici, meglio se di colore differente, come il Centropyge bispinosa ed il Paracanthurus hepatus.
E', in definitiva, un pesce molto consigliabile anche per un appassionato alle sue prime esperienze; se di piccolissima taglia è adatto anche ad un acquario del tipo Mini Reef.
32
1 Articolo

Riferimenti Specifici

chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.