Marche
 
Carrello
0 elementi
 

Centropyge Nox

Centropyge Nox
Clicca per ingrandire
Prezzo: 30,00€
Disponibilità: in magazzino
Codice: pesce marino
Marca: H2Oacquari
Media voto: Non votato

Famiglia
Pomacanthinae
Lunghezza
Misura fino a 12 cm circa.
Dimorfismo
-
Alimentazione
-
Particolarità
-
Temperatura
24-26°C
Densità
1022-1023
ValorePH
8.0-8.3
Provenienza
Arcipelago Indo-Australiano.
Biotopo
Barriere coralline e lagune con celenterati solitari (madrepore).
Comportamento
Non si hanno dati certi; probabilmente vive solitario o in piccoli branchi.
Il senso territoriale è insito in questa specie: ogni esemplare difende tenacemente la propria zona di appartenenza da eventuali intrusi.
Quando si sente minacciato, il Pesce Angelo può ingaggiare uno scontro con l'intruso e scoraggiarlo emettendo dei suoni secchi simili ad uno schiocco.
La tendenza di questa famiglia a frequentare i fondali marini è ravvisabile dal loro movimento natatorio; essi infatti nuotano sempre con le pinne ventrali rivolte verso il substrato, pertanto nelle grotte la posizione del ventre è rivolta verso l'alto.
Quando si riproducono, tali Centropyge depongono le uova liberamente nell'acqua.
In base a studi approfonditi riguardo il loro comportamento in natura, è stato accertato che depongono le uova con cadenza giornaliera nell'arco di alcuni mesi.
 
Allevamento

Al contrario di Centropyge bicolor, questa specie non procura grattacapi all'acquariofilo, data la fibra resistente di cui è costituita.
Per rendere più facile il periodo di acclimatazione, occorre introdurre l'esemplare in acquari con presenza di rocce vive.
Naturalmente, se il processo di acclimatazione fallisce, gli animali deperiscono nell'arco di breve tempo, altrimenti, come auspicabile, denotano un tasso di longevità piuttosto alto.
Vasche di una certa grandezza (oltre 150 cm di lunghezza) e munite di nascondigli possono stemperare l'aggressività (riscontrata in ambienti più piccoli) verso gli esemplari della stessa specie.
La presenza di pesci voraci non condiziona così negativamente la loro permanenza in cattività rispetto a quanto visto per altre specie di Centropyge; consigliata la convivenza con invertebrati.
Ai fini di una corretta alimentazione, è bene somministrare fin dall'inizio alghe e surrogati vegetali (spinaci broccoli e zucchine) nonchè mangime morto e vivo di origine animale (Tubifex congelati, gamberetti, ecc...).
La riproduzione è rara in cattività a causa della limitatezza degli spazi condivisi con i propri simili.

   
   
   
   
   
Scrivi recensione
Nome:


Recensione: Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto:

Nessuna immagine aggiuntiva disponibile.