Marche
 
Carrello
0 elementi
 
Speciali
Amphiprion perideraion Amphiprion perideraion
12,50€ 12,00€
Anthias squamipinnis Anthias squamipinnis
29,00€ 20,00€
Boyu ventola di raffreddamento 1 ventola Boyu ventola di raffreddamento 1 ventola
25,00€ 20,00€
Boyu ventola di raffreddamento 4 ventole Boyu ventola di raffreddamento 4 ventole
45,00€ 30,00€
Boyu ventola di raffreddamento 6 ventole Boyu ventola di raffreddamento 6 ventole
60,00€ 40,00€
Centropyge bicolor Centropyge bicolor
31,00€ 25,00€
Centropyge Nox Centropyge Nox
30,00€ 25,00€
Centropyge Tibicen Centropyge Tibicen
31,00€ 25,00€
Chaetodontoplus mesoleucus Chaetodontoplus mesoleucus
30,00€ 25,00€
chromis retrofasciata chromis retrofasciata
12,00€ 8,00€
Chrysiptera talboti Chrysiptera talboti
12,00€ 8,00€
Echidna nebulosa Echidna nebulosa
35,00€ 30,00€
heniochus acuminatus heniochus acuminatus
45,00€ 40,00€
hinomuraena quaesita hinomuraena quaesita
120,00€ 90,00€
Pomacanthus semicirculatus Juv S Pomacanthus semicirculatus Juv S
75,00€ 70,00€
pseudanthias cheirospilos pseudanthias cheirospilos
30,00€ 25,00€
Pseudanthias dispar Pseudanthias dispar
25,00€ 20,00€
Pseudanthias tuka Pseudanthias tuka
29,00€ 20,00€
Pygoplites diacanthus Pygoplites diacanthus
185,00€ 90,00€
 

Garra flavatra

Garra flavatra
Clicca per ingrandire
Prezzo: 7,00€
Disponibilità: in magazzino
Codice: pesce dolce
Media voto: Non votato

Garra flavatra è un particolare ciprinide proveniente dal sud est asiatico. Viene apprezzato in acquariofilia per la colorazione alternatamente gialla e nera.
 
 

Cenni generali

NomenclaturaGarra flavatra. Viene chiamato, in riferimento alla livrea, panda garra. Non vi sono altri noti nomi comuni, probabilmente per il fatto che Garra flavatra non è una tra le specie più diffuse.
Famiglia: Ciprinidi.
Dimensioni: Garra flavatra raggiunge la lunghezza di circa 7-9 cm.

Distribuzione geografica e habitat

Garra flavatra in natura abita i corsi d’acqua del Myanmar occidentale; è considerata specie endemica dello stato di Rakhine, ma è possibile che garra panda sia presente anche in altre località. ​

​In natura il Garra flavatra popola torrenti e fiumi dallo scorrere variabile.
A volte il flusso è modesto e si formano delle pozze con scarsa o senza corrente.
L’ acqua è limpida, solitamente poco profonda, ed il substrato è composto da sabbia, ciottoli e massi. Su quest’ultimi crescono le alghe di cui si nutre il garra panda.

Acquario e parametri chimico fisici

L’acqua degli ambienti dove vive il Garra flavatra presenta il pH attorno alla neutralità.
La temperatura varia a seconda del periodo dell’ann: nei mesi più caldi si aggira sui 25°C in media, mentre nei mesi più freschi, in contemporanea ai monsoni umidi, si possono registrare valori ben inferiori ai 20°C.In acquario supera senza grosse difficoltà la calura estiva, con picchi di anche 30°C; tuttavia è bene che l’acqua sia sempre ricca di ossigeno, condizione più difficile da mantenere con elevate temperature. Questa specie è piuttosto resistente anche a valori relativamente bassi di queste ultime, tuttavia non è stato sperimentato fino a che punto sopravviva in completa sicurezza.

Comportamento

Il Garra flavatra in genere non è un pesce molto aggressivo, ma se lo spazio scarseggia può scontrarsi con i propri simili, sia della stessa specie che con animali dalla forma affine.

In acquario si può ospitare un esemplare soltanto o un piccolo gruppo, avendo cura in quest’ultimo caso di optare per un acquario spazioso ed arricchirlo di numerose barriere visive e nascondigli.

Con altre specie il garra panda di solito non interagisce, eccetto in situazioni particolari come la somministrazione di verdure o simili, momento in cui potrebbe cercare di impossesarsi del cibo a discapito di altri animali.

Alimentazione

La dieta del Garra flavatra è piuttosto varia. Può cibarsi di alghe, detrito o altro di inerme, oppure cacciare attivamente piccoli invertebrati come larve di insetto, piccoli crostacei e animali vermiformi, ad esempio lombrichi di dimensione adeguata.
​Se ospitato assieme a gamberetti Neocaridina, il garra panda può minacciare gli esemplari giovanissimi, mentre difficilmente si interessa degli adulti.

Riproduzione

Garra flavatra si riproduce per via ovipara nei mesi più caldi.

Le uova vengono deposte al mattino e schiudono in poco più di un giorno.

Prima di alimentarsi, gli avannotti riassorbiscono il sacco vitellino per circa tre giorni; dopodichè si cibano di organismi microscopici. Per nutrirli è possibile fornire del tuorlo d’uovo sodo tritato finemente e dopo 7-10 giorni anche piccolissimi invertebrati: nauplii di Artemia salina, Daphnia e Cyclops.

Quando i piccoli Garra flavatra raggiungono le dimensioni di 15-20 mm si alimentano allo stesso modo degli adulti.

Scrivi recensione
Nome:


Recensione: Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto:

Nessuna immagine aggiuntiva disponibile.